Emma Perodi

Emma Perodi

Emma Perodi

E' passato esattamente un secolo dal giorno della scomparsa di Emma Perodi, l'autrice delle "Novelle della Nonna", per molti bambini casentinesi il primo libro letto o sentito leggere a casa, dai genitori o dai nonni, fin dalla fine dell'800. Il 5 marzo del 1918 la scrittrice e giornalista nata a Cerreto Guidi (Fi) moriva a Palermo all'età di 68 anni e lasciava un cospicuo testamento spirituale fatto di opere soprattutto di letteratura per l'infanzia, fra cui spicca questa raccolta ambientata in Casentino in un contesto familiare alla fine del XIX secolo.

Le quarantacinque storie di cui si compone l'opera, sono racconti fatti a veglia da Nonna Regina, decana di casa Marcucci, una famiglia contadina di stampo patriarcale che abitava in un podere. Percorrendo la valle da un estremo all'altro, se ne imparano a conoscere i toponimi e i personaggi, non senza rimandi a figure note o illustri come quelle di Maestro Adamo - il falsario collocato da Dante nell'Inferno della sua Divina Commedia - o di Sofia dei Conti Guidi, una delle donne più influenti nel Casentino dell'epoca. L'usanza di "vegliare" la sera al canto del fuoco ascoltando fiabe e racconti fantastici si è spenta solo da pochi decenni in Casentino, ma resta nell'opera di questa grande autrice, apprezzata da grandi e piccini.

La prima edizione delle Novelle della Nonna è datata 1893 e curata da Perino, poi nel corso del Novecento numerose riedizioni sono state realizzate da Salani e Einaudi, fino alla Newton Compton nel 2002. Di famiglia benestante, con padre ingegnere e madre di origini nobili, Emma Perodi aveva viaggiato per l'Ialia e l'Europa e l'indipendenza di cui aveva potuto giovarsi ne aveva fatto una donna colta e consapevole, di mente aperta in deciso anticipo sui suoi tempi.

La figura di Emma Perodi verrà ricordata con una mostra itinerante per l'Italia e, in occasione della festa della donna il prossimo 8 marzo, anche a Poppi nel salone delle feste del castello dei Conti Guidi, che dominarono il Casentino nel Medioevo, il contesto nel quale le fiabe sono collocate.


comments powered by Disqus

Ultimi post